momenti di gloria

La proliferazione dei talent show nelle televisioni di tutto il mondo ha portato alla luce una grande quantità di artisti, spesso di grande valore, che fino a pochi anni fa erano completamente sconosciuti se non agli addetti ai lavori. Per noi organizzatori di eventi si tratta di opportunità straordinarie di inserire in un evento aziendale un’artista di grande spessore prima che venga travolto dalla fama e dal successo ( e che…. le sue pretese economiche impennino come un quattordicenne in motorino !! ).
Certamente queste perfomance sono studiate per essere realizzate in un tempo brevissimo di fronte ad una giuria e non sempre sono adatte ad essere traslate in un contesto aziendale, con tempi più lunghi e necessità di “repertorio” e esperienza sul palco. Ma al netto di questa considerazione, i talent rimangono sempre una fonte particolarmente ricca di eccellenze e novità. Ne parleremo ancora in queste pagine….

 

Qualche giorno fa ci siamo commossi ascoltando Petruta Kupper e il suo flauto di pan, uno strumento dal suono meravigliosamente nostalgico.

I più esperti riconosceranno la musica suonata: si tratta di The Lonely Sheperd ( il pastore solitarie ) che fu composta inizialmente da James Last e inserita in un album- Memories from Russia –  che conteneva anche la partecipazione di un musicista, Gheorghe Zamfir, un flautista straordinario che venne portato alla ribalta dall’etnomusicologo svizzero Cellier negli anni sessanta. Poco dopo l’uscita dell’album di James Last fu prodotto da Philips Record anche il singolo, in cui Zamfir rendeva definitivamente epocale questo brano.

Chi invece non si occupa di storia della musica, ma ama il cinema, ricorderà questo pezzo perchè fu Quentin Tarantino ad inserirlo in una delle scene più belle di Kill Bill.

Torneremo ad occuparci di artisti speciali tra non molto. Continuate a seguirci….

 

 

 

By | 2018-06-22T09:08:40+00:00 ottobre 14th, 2014|eventi aziendali, lanci di prodotto|0 Comments